Impatto dei nostri allevamenti sull’ambiente?

La maricoltura è un'attività dove la qualità dell'ambiente marino nel quale si allevano i pesci e i molluschi è essenziale. L'impatto della maricoltura sull'ambiente è minimo e si riferisce principalmente all'accumulo di materia organica in prossimità delle gabbie per allevamento. In combinazione con l’allevamento di molluschi che filtrano l'acqua, l' impatto sull'ambiente si riduce ulteriormente. Le ricerche dimostrano che l’ambiente recupera il suo equilibrio naturale in un periodo inferiore ad un anno dopo la rimozione delle strutture per l'allevamento.

Tutti gli allevamenti di Cromaris sono situati in un ambiente naturale, lontano da insediamenti e impianti industriali. L’eccezionalità delle località di allevamento si riflette nel fatto che si trovano tutti all'interno o in prossimità della rete ecologica, che mira a garantire la sopravvivenza a lungo termine delle specie e degli habitat più preziosi e più vulnerabili in Europa. Per questo motivo, particolare attenzione è rivolta alla tutela dell'ambiente.


La chiave per preservare l'ambiente è l'attuazione dei principi dello sviluppo sostenibile attraverso una buona pratica di produzione e un sistema di gestione ambientale efficace, certificato da Cromaris secondo la norma ISO 14001:2004. Secondo gli  studi d’impatto ambientale, istituti di ricerca autorizzati compiono il monitoraggio dei seguenti parametri:

  • campione di acqua di mare (ossigeno disciolto, ammoniaca, nitriti, azoto organico, fosfati, fosforo organico, clorofilla a)
  • sedimenti del fondo marino (potenziale redox, carbonio organico, totale d’azoto, totale di fosforo)
  • condizioni delle comunità bentoniche marine
I risultati delle analisi ambientali effettuate finora, indicano che i processi di allevamento si svolgono in base alle previsioni e che i valori prescritti rispondono alle esigenze  di uno sviluppo sostenibile

Oltre ai requisiti prescritti dagli studi d’impatto ambientale, l’allevamento dei molluschi e lo stato ambientale dei dintorni sono sottoposti a controlli statali e a regolari monitoraggi della composizione del fitoplancton, del livello dei metalli, benzopirene e batteri E. coli presenti nel tessuto dei molluschi (As, Cd, Hg, Pb)..

Ulteriori requisiti sono definiti anche per la produzione biologica nell'ambito della quale si analizzano: pesticidi organo clorurati, pesticidi organo fosforici, mercurio, cadmio, piombo, diossine e furani (PCDD + PCDF) (somma); diossine, furani e la somma di PCB simili a diossina, antiossidante etossichina.