indietro

I prodotti Cromaris hanno ricevuto il più alto riconoscimento internazionale per la qualità

La Cromaris, società del gruppo Adris, è la sesta azienda al mondo per l’allevamento di orate e branzini. Anche quest’anno, l’eccellente qualità dei suoi prodotti è stata premiata con il Superior Taste Award. Si tratta del premio più prestigioso del mondo nel settore alimentare assegnato, dal 2005, dall’International Taste Institute di Bruxelles. La Cromaris ha ricevuto il Superior Taste Award 2020 per ciascuno dei suoi tre prodotti candidati: il branzino, l’orata e l’ombrina boccadoro.
I prodotti candidati sono stati valutati “alla cieca”, con un metodo di valutazione secondo il quale ciascuno dei giudici, scelti tra i maggiori esperti delle più prestigiose associazioni culinarie europee, non conoscendo affatto né il brand, né l’origine del prodotto testato, è chiamato a basare il proprio giudizio soltanto sull’aspetto, l’odore, la consistenza e il gusto del prodotto. Il branzino Cromaris, per il suo gusto straordinario, anche quest’anno ha ricevuto il massimo riconoscimento in palio, ossia le tre stelle d’oro, ed è diventato l’unico prodotto della categoria Pesce fresco ad aver meritato l’ambitissimo Crystal award. Giudizi più che lusinghieri sono stati espressi anche per il gusto unico dell'orata e dell’ombrina boccadoro. Insomma, quest’anno la Cromaris s’è distinta tra i produttori di pesce bianco del Mediterraneo come l'unica azienda ad essere stata premiata per il branzino, l'orata e l’ombrina boccadoro.
“Il nostro imperativo è puntare al top della qualità senza compromessi. Offriamo ai nostri affezionati clienti soltanto pesce d’ineccepibile freschezza, dai valori nutrizionali e dal sapore ineguagliabili. Caratteristiche che sono state riconosciute anche quest’anno dalla giuria del premio. Oggi la Cromaris è unanimemente considerata leader del mercato in quanto a qualità: ce ne danno conferma sia la fiducia dei nostri consumatori, sia i tanti certificati di qualità ottenuti, sia i prestigiosi riconoscimenti ricevuti, come quelli cui abbiamo appena accennato”, ha dichiarato Goran Markulin, amministratore della Cromaris.

Nonostante la crisi economica globale scatenata dalla pandemia da Coronavirus, i numeri della Cromaris continuano ad essere soddisfacenti. Nel primo trimestre di quest’anno le vendite complessive, con 1.830 tonnellate, hanno fatto registrare una flessione del 3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre l’esportazione continua a garantire la maggior fetta dei suoi introiti. È proseguita, invece, la tendenza alla crescita delle vendite dei prodotti differenziati, che nel primo trimestre di quest’anno hanno rappresentato il 48% dei ricavi.
Va anche detto che la Cromaris, per tutto il tempo della pandemia, ha continuato a rifornire ogni giorno, senza soluzione di continuità, il mercato italiano, superando difficoltà all’apparenza quasi insormontabili. Al fine di mantenere inalterato l’elevato tasso di crescita, la Cromaris è attualmente impegnata nella preparazione e nello sviluppo di alcuni nuovi progetti (come la creazione di un nuovo imballaggio riciclabile e sostenibile, l’ampliamento dell’assortimento, la creazione di vivai organici) e nella riorganizzazione del processo di lavorazione dei suoi prodotti per mantenere tassi di crescita elevati.